Whatsapp: lo spionaggio “israeliano” diventa un caso mondiale

Agli utenti Whatsapp è consigliato di aggiornare immediatamente le app per smartphone di WhatsApp a causa di un “bug” (difetto) di sicurezza che consente agli hacker di assumere il controllo del telefono semplicemente chiamandolo, indipendentemente dal fatto che tu risponda o meno.

Cos’è successo?
È stata scoperta una vulnerabilità nel famoso servizio di messaggistica di proprietà di Facebook che consentiva agli hacker di installare spyware attraverso una chiamata vocale infetta da WhatsApp.

Lo spyware è in grado di navigare attraverso chiamate, testi e altri dati, attivando la videocamera e il microfono del telefono e svolgendo altre attività dannose.

Tutte le marche di telefoni con WhatsApp o WhatsApp Business installate sono interessate, tra cui iPhone di Apple (iOS), telefoni Android, telefoni Windows e dispositivi Tizen, secondo Facebook. WhatsApp è utilizzato da 1,5 miliardi di persone in tutto il mondo.

Chi c’è dietro l’attacco?

Secondo il Financial Times, la società israeliana di intelligence informatica NSO Group ha sviluppato lo spyware. Gli utenti non hanno nemmeno dovuto accettare la chiamata (che è stata spesso nascosta dai registri di chiamata).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...