A Churchill, in Canada, dove uomini e orsi polari vivono fianco a fianco

Fonte: The Guardian

Trascorri abbastanza tempo a Churchill e ascolterai incredibili storie.

Sentire un rumore all’esterno, aprire le tende e vedere un orso polare guardare attraverso la finestra.

Di notte, girovagare per un angolo, trovandosi faccia a faccia con un orso e, inverosimilmente, spaventarlo con la luce stroboscopica di un cellulare.

E poi la storia di un vecchio con un deambulatore, che procede deciso davanti a un orso perplesso – che lo scruta da dietro una roccia – e borbotta in modo provocatorio: “Se mi prende, mi prende”.

Di essere in procinto di tornare a casa dopo una serata al pub, ma all’ultimo essere tirato indietro con l’avvertimento che un paio di orsi polari erano stati avvistati dall’altra parte della strada.

Tale è la vita di tutti i giorni, in particolare durante ottobre e novembre, in questa piccola città sulle rive della baia di Hudson, in Canada. A poco più di 1.000 miglia a nord della capitale provinciale di Winnipeg, Churchill non è solo remota, è provocatoriamente così, accessibile via terra solo per ferrovia, i suoi abitanti legati dalle sfide congiunte di vivere ai margini dell’Artico e condividere le loro strade con il più grande carnivoro terrestre del mondo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...