La squadra dei sogni

di Giuseppe Lupoli

Ho iniziato ad andare allo stadio nel 1996, quando la Serie A era ancora il campionato più bello del Mondo. C’erano tante formazioni competitive ed anche nelle squadre cosiddette “provinciali” qualche giocatore di qualità lo si trovava facilmente. In questo ventennio (abbondante) ho visto partite di Campionato, Coppa Italia, competizioni europee, Nazionali ed amichevoli. Dopo tanti anni, viene naturale fare un bilancio di chi si è visto in campo e così, negli ultimi tempi, mi è venuta l’idea di creare una sorta di “Dream team” dei calciatori più forti che ho avuto la fortuna di vedere, fino ad oggi, dal vivo. L’unico paletto che mi sono autoimposto è quello di non inserire i giocatori visti, solamente, in partite delle “vecchie glorie”, ma ho preso in considerazione solo calciatori ammirati in attività.

Ho pensato un pò e ho stilato questo “undici”, per me, veramente imbattibile.

In porta ho scelto Buffon, un portiere che ha attraversato diverse generazioni di estremi difensori e che oggi, a quarantuno anni è ancora in campo, ad alti livelli.

Ho optato per una retroguardia a tre grintosa e di grande esperienza: ThuramFerrara e Fabio Cannavaro; giocatori che hanno affrontato degli attaccanti che solo a vederli entrare in campo, facevano tremare le difese avversarie.

Il centrocampo è stato, forse, il reparto più difficile da “mettere in piedi”. Alla fine, ho scelto degli interpreti che potessero offrire un mix di classe, grinta e che potessero creare, ma anche distruggere. Purtroppo, diversi giocatori che ho apprezzato molto nel passato, come ad esempio Deschamps o Vieira, sono rimasti fuori dalla formazione. Nedved (adattato a destra), PirloIniesta e Davids sono le mie scelte.

Un artista del pallone come Zidane dietro le punte a fungere da trequartista.

Il reparto offensivo, pur avendo molte possibilità di scelta, non mi ha creato problemi. Cristiano Ronaldo e Baggio sono la coppia di attaccanti che avrei voluto vedere giocare insieme. Il Divin Codino e CR7 avrebbero fatto sicuramente faville completandosi a vicenda, avendo delle caratteristiche complementari.

Pensate per decidere chi avrebbe dovuto battere una punizione od un rigore che discussioni ci sarebbero potute essere tra queste leggende.

Per capire il livello dei giocatori in questione bastano pochi dati. In questo “undici” ci sono cinque “Palloni d’Oro”, sei campioni del Mondo, quattro campioni d’Europa e sei vincitori della Champions League.

Sarà difficile, in futuro, scalzare qualcuno di questi titolari.

Una squadra da sogno…non svegliatemi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...