La Nuova Caledonia rimane francese

Macron

 

Gli elettori nel territorio d’Oltremare  della Nuova Caledonia hanno respinto una dichiarazione d’indipendenza, secondo quanto diffuso dai primi risultati elettorali disponibili.

Con quasi tutti i voti contati, il 56,8% ha scelto di rimanere parte della Francia.

L’affluenza è stata dell’80% circa. Il voto è stato promesso da un accordo del 1988 che ha posto fine a una violenta campagna per l’indipendenza.

Il presidente Emmanuel Macron ha detto che tale risultato mostra “fiducia nella repubblica francese”. La Nuova Caledonia ha grandi depositi di nichel, una componente vitale nella produzione di elettronica. La Caledonia è  vista dalla Francia come una risorsa strategica politica ed economica nella regione.

Circa 175.000 persone avevano diritto di voto nel territorio, ad est dell’Australia, dove i “Kanak” indigeni costituiscono il 39,1% della popolazione.

Il nazionalismo francese è forte tra gli europei etnici del territorio – i quali costituiscono  il 27,1% della popolazione – e gli osservatori dicono che persino alcuni Kanak si sono schierati dalla parte francese.

Il restante terzo della popolazione di 268.000 abitanti della Nuova Caledonia si sarebbe espressa in maniera maggioritaria a favore della Francia.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...