Colombia: quando produrre coca diventa un lavoro redditizio

colombia

Fonte: traduzione da NPR

 

Per spiegare perché coltiva la coca, la materia prima per la cocaina, piuttosto che le colture alimentari (nella sua fattoria di 5 acri nel sud della Colombia), Luis Tapia fa i conti.

Ogni tre mesi, Tapia, 60 anni, raccoglie le foglie di coca verde brillante con le sue mani nude, quindi le mescola con benzina, acido solforico e altre sostanze chimiche per fare la pasta di coca. Quindi vende la pasta ai narcotrafficanti che la trasformano in polvere di cocaina. Una libbra di pasta, dice, rende più di una tonnellata di mais.

Ecco perché tutti coltivano la coca“, dice Tapia.

L’anno scorso, gli agricoltori colombiani come Tapia hanno prodotto 422.550 acri di coca, il più grande raccolto di coca nella storia della Colombia, secondo un sondaggio delle Nazioni Unite pubblicato lo scorso mese. Questo è sufficiente per fare circa 1.500 tonnellate di cocaina, afferma il rapporto.

L’aumento della produzione di cocaina ha allarmato Washington, che ha speso più di $ 10 miliardi nel corso di quasi due decenni per attaccare il commercio illegale di droga in Colombia. L’anno scorso il presidente Trump ha minacciato di decertificare il governo del paese sudamericano come partner affidabile nella guerra contro la droga. Da allora Trump ha attenuato la sua retorica e si recherà in Colombia in dicembre per incontrare Iván Duque, il nuovo presidente conservatore e filoamericano del Paese, che ha prestato giuramento in agosto.

La Colombia è stata a lungo il primo produttore mondiale di cocaina e gli Stati Uniti ne sono stati il ​​principale consumatore. Nonostante alcuni progressi nel corso degli anni nella riduzione della produzione di droga, il paese sudamericano ha faticato a mantenere i progressi duramente conquistati, afferma Adam Isacson, esperto in Colombia presso il think tank indipendente dell’ufficio di Washington sull’America Latina.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...