Lo stress sul lavoro sta diventando un problema serio

Young woman riding on a late bus in London
L’eccesso di lavoro uccide?

Il seguente è un estratto tradotto di un articolo apparso sulla BBC

 

Un ingegnere informatico di Uber che guadagnava un reddito a sei cifre si è suicidato nel 2016, con la sua famiglia che ha incolpato di ciò lo stress sul posto di lavoro. Uno stagista di 21 anni, attivo alla Merrill Lynch, è crollato a terra ed è morto a Londra dopo aver lavorato per 72 ore consecutive. Quando Arcelor Mittal chiuse una fabbrica di acciaio che aveva rilevato, un impiegato di 56 anni morì di infarto tre settimane dopo; la sua famiglia disse che c’era di mezzo lo shock per la perdita di lavoro. E l’Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro ha riferito che oltre la metà dei 550 milioni di giorni lavorativi persi ogni anno a causa dell’assenteismo “sono legati allo stress“.

Nel 2015, un’analisi di quasi 300 studi ha rilevato che le pratiche nocive sul posto di lavoro sono dannose per la mortalità – e  probabilmente portano a una malattia diagnosticata dal medico – come il fumo passivo.

Le pratiche lavorative dannose includono cose come lunghi orari di lavoro, conflitti familiari / lavorativi, insicurezza economica derivante da perdita di lavoro e il non avere orari di lavoro regolari o prevedibili, così come l’assenza di controllo del lavoro e, negli Stati Uniti, il non avere un’assicurazione sanitaria.

Le pratiche lavorative che fanno male alle persone non aiutano le imprese. Le lunghe ore di lavoro sono negativamente correlate alla produttività per ora (sia a livello nazionale che di settore). Anche se può sembrare contro-intuitivo, licenziamenti o esuberi non migliorano le prestazioni organizzative e spesso spingono i dipendenti migliori a partire, e a causa di costi diretti quali le buonuscite e costi indiretti come la perdita di persone con forti relazioni con i clienti, spesso non fanno nemmeno risparmiare denaro . Per decenni la ricerca ha dimostrato che dare alle persone un maggiore controllo su come e quando fanno il proprio lavoro aumenta la motivazione e l’impegno.

Ogni indicazione dice che il lavoro sta peggiorando. I tagli di lavoro, che si verificavano solo in periodi di crisi economica, sono ormai di routine. Quando 3G Capital ha unito i giganti del cibo Heinz e Kraft, il 20% della forza lavoro è stato fatto fuori mentre la società ha consolidato la produzione e rimosso le funzioni di sovrapposizione.

La “gig economy” (l’economia dei lavoretti) significa che l’insicurezza economica è più elevata in quanto le persone non sanno quale sarà il loro reddito da una settimana all’altra. La pianificazione di software che consente ai rivenditori e ad altre attività commerciali (quali alberghi e ristoranti) di avere solo le persone che l’analisi prevede siano necessarie significa che i lavoratori spesso devono affrontare redditi fluttuanti e che non hanno molta capacità di far fronte alle responsabilità familiari.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...