Pronto il “regalo per i ricchi” di Donald Trump

Scritto dalla Redazione

 

Dopo mesi di insuccessi, è ai blocchi di partenza la riforma fiscale voluta da Trump: il Senato ha infatti votato ieri sera un radicale taglio delle tasse per le imprese, che porterà il “corporate tax ratio” dal 35% al 20% – il più deciso taglio dai tempi di Reagan.

La riforma ha comportato una fase di “gestazione” piuttosto travagliata: a settembre, la pattuglia repubblicana non era riuscita a trovare un compromesso soddisfacente, e anche ieri la maggioranza è stata risicata (51 Sì contro 49 No).

Secondo la Commissione Congiunta sulla Tassazione – un organo super-partes costituito in seno al Senato – la riforma Trump avrà un impatto aggiuntivo sul deficit di circa un trilione (spalmato nei prossimi dieci anni). Il senatore repubblicano Bob Corker, che non ha votato la riforma, ha dichiarato: “Non posso avallare una riforma che rischia…di appesantire il fardello sulle prossime generazioni“.

Preoccupazioni sono state espresse anche dai Democratici: la riforma, infatti, rischia di peggiorare la disuguaglianza tra ceti poveri e ceti ricchi, approfondendo ancora di più un divario sociale che già pesa sulla società americana.

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...