Il carro dei vinti

In foto: Vittorio Cecchi Gori, in una recente intervista televisiva

di Giuseppe Lupoli

 

Cosa c’è di più italico di “salire sul carro dei vincitori”? Questo aspetto poco nobile, tipico del comportamento di noi italiani, è un qualcosa di risaputo e che è stato ripetuto molte volte. Anche all’estero, però, sotto questo punto di vista, non sono molto meglio.

Cosa hanno in comune Vittorio Cecchi Gori e Kevin Spacey? Poco, ad un primo sguardo. In realtà, sono due uomini che, negli ultimi tempi, sono caduti “dalle stelle alle stalle”. Sono due personaggi che hanno conosciuto fama, ricchezza e potere e adesso stanno attraversando, in modo diverso, un periodo negativo.

Vittorio Cecchi Gori ha ammesso in tv di essere ormai solo e di vivere, tristemente, questa condizione pur ammettendo di aver vissuto, pienamente, buona parte della sua vita. Si potrebbe dire: “Chi se ne frega? C’è chi passa una vita, solo e triste.”. Tutto vero ma, il caso dell’ex presidente della Fiorentina è emblematico per un aspetto: quando i soldi ed il potere diminuiscono e gli scandali fanno sì che si venga “sbattuti in prima pagina”, quasi sempre, mogli, fidanzate, amanti, parenti ed amici spariscono e ci si trova un po’ più soli.

Il caso dell’attore americano è diverso; si parla di molestie sessuali ed il discorso è di molto più serio. Ciò che, però, colpisce è che tutte le produzioni, in cui Kevin Spacey stava lavorando, hanno deciso di cacciarlo in malo modo, dando, di sicuro, un duro colpo alla sua carriera. Da questo caso, esce l’ipocrisia di fondo, di un ambiente dove tutti, probabilmente, sapevano, ma non erano preoccupati di far lavorare un personaggio che sembra, da ciò che sta uscendo sui mezzi di informazione, molestasse, in continuazione, tutti i giovani uomini che si trovava davanti. Appena lo scandalo è scoppiato, si sono svegliati tutti facendolo passare da Premio Oscar a reietto.

Salire sul “carro dei vincitori” è uno sport molto praticato nel nostro Paese ma, a scenderne, sono capaci a tutte le latitudini.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...